Sei il benvenuto, in questo blog troverai numerosi documentari che hanno come unico scopo la ricerca della verità. Ti invito a consultarli liberamente ed a commentarli: buona visione.
Attenzione: i documentari proposti in streaming sono sempre attivi, se alcuni risultassero invece non attivi, non funzionanti o del tutto invisibili potrebbe essere necessario cambiare i DNS, per sapere come fare clicca qui sotto.

Per vedere i documentari con la pubblicità basta cliccare su "Close ad and continue as Free User" e poi su "Start the video" chiudendo i pop-up che si apriranno. Sono certo che capirete che questo mi permette di mantenere i video on-line gratuitamente. Consiglio l'uso del componente aggiuntivo Adblock Plus o similare che vi permetterà di togliere automaticamente tutta la pubblicità. I documentari sono tutti disponibili per il download gratuito, basta cliccare sul pulsante.

venerdì 18 luglio 2014

Food Inc

Il nostro modo di mangiare è cambiato negli ultimi 50 anni più che nei precedenti 10.000 ma l’immagine usata per vendere il cibo è ancora quella rurale. Andiamo al supermercato e vediamo immagini di contadini, fattorie, erba verde splendente ma esiste un velo di segretezza innalzato tra noi e ciò che mangiamo. L’industria offre questa immagine dei propri prodotti perché non vuole che conosciamo cosa stiamo mangiando veramente: se così non fosse potremmo non volerlo più mangiare. La realtà del nostro cibo è semplicemente una fabbrica, non una fattoria. La carne che consumiamo proviene da enormi catene di produzione dove non solo gli animali ma anche coloro che ci lavorano vengono maltrattati. Le grandi multinazionali che possiedono il mercato del cibo controllano tutta la catena, dalle sementi fino ai prodotti finiti che si trovano sulle nostre tavole, controllano le informazioni sui prodotti, controllano l’informazione su ciò che fanno, controllano anche ciò che è permesso dire su di loro. Food Inc sta per spalancare le porte su ciò che non vogliono che sappiate e da domani la vostra bistecca non avrà più lo stesso sapore.


0 commenti:

Posta un commento